PAUL KNEALE

FLAT EARTH VISA

Audiodescrizione

2019

acciaio, tubi al neon, reti metalliche

Installazioni al neon, 300 cm ø; h. 300, 330, 370 cm; reti metalliche: 1) 300 x 284 x 1 cm; 2) 300 x 344.5 x 1 cm;  3) 300 x 231 x 1 cm

Flat Earth Visa è un’installazione site-specific, concepita appositamente per la collina di San Licerio. È l’opera che ha inaugurato il Parco d’arte Sandretto Re Rebaudengo nel settembre 2019. È composta da due sculture: tre antenne paraboliche rivolte verso il cielo e una serie recinzioni fuse in acciaio, realizzate a partire da una serie di fotografie che l’artista canadese ha scattato con l’iPhone, in giro per il mondo. Le immagini, convertite in file CNC, sono state successivamente prodotte attraverso un processo industriale di lavorazione dell’acciaio.

In questi due lavori, l’artista traduce i processi digitali in oggetti scultorei: nel primo ha creato una forma che richiama i tragitti tra i satelliti e le stazioni a terra delle telecomunicazioni; nel secondo ha trasformato in presenze concrete le immagini digitali dei tanti steccati che, a ogni angolo del pianeta, spartiscono i territori. Queste sculture, che nella notte si illuminano di rosso, forniscono gli spunti per riflettere sui flussi della comunicazione digitale e senza limiti di Internet in un mondo fatto di muri reali e confini immaginari.

PAUL KNEALE